La valutazione del progetto

 

Burne-Jones, Perseo e le ninfe2Il punto di vista del museo

La valutazione del progetto, curata dall'Osservatorio sui visitatori della GNAM, è finalizzata a valutare l'impatto emotivo dei visitatori malati di Alzheimer in relazione all'esperienza museale e alla ricezione delle opere d'arte figurativa.

Le aree di valutazione contemplano alcune categorie della ricezione museale individuate nei seguenti indicatori rilevati nel corso della visita, tramite una scheda di osservazione appositamente predisposta:

•       l'attenzione

•       la commozione

•       il disorientamento

•       la curiosità

•       l'inquietudine

•       il movimento all'interno dello spazio museale.

Le tecniche della ricerca sociale, adottate dagli operatori museali nel corso della sperimentazione, sono orientate a valutare la dimensione emotiva dei visitatori suscitata dell'osservazione delle opere d'arte, al fine di esplorare l'universo simbolico ed esperienziale evocato dall'iconologia delle opere stesse e dall'interazione con il contesto museale ( dialoghi e relazioni tra i visitatori e con gli operatori museali che svolgono la visita guidata).  Il monitoraggio contempla, inoltre, la valutazione degli indicatori socio-demografici e l'esperienza pregressa della fruizione museale dei visitatori.

Le attività di valutazione sono finalizzate a valutare l'efficacia dell'accessibilità museale dei "pubblici speciali" e a fornire risultati empirici  sulla sperimentazione del progetto.

La valutazione clinica, neuropsicologica e del grado di soddisfazione

La valutazione clinica e neuopsicologica dei partecipanti allo studio si è svolta presso la Clinica della Memoria dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma, ,Dipartimento di Scienze Geriatriche, Gerontologiche e Fisiatriche, Centro di Medicina per l'Invecchiamento.

I pazienti e caregivers partecipanti a progetto sono stati sottoposti a tre valutazioni: entro quindici giorni prima dell'inizio dell'intervento proposto (Valutazione di baseline), entro sette giorni dalla fine dell'intervento proposto (1° valutazione di follow-up), ad un mese dalla prima valutazione di follow-up (2° valutazione di follow-up).

I pazienti sono stati valutati mediante i seguenti test e batterie neuropsicologiche: Mini Mental State Examination (MMSE); Matrici attenzionali; Alzheimer's disease Assessment Scale (ADAS-Cog); Visual Object and Space Perception Battery (VOSP); Neuropsychiatric Inventory (NPI); Geriatric Depression Scale (GDS). I caregivers dei pazienti sono stati valutati mediante NPI caregiver distress scale. Il livello di soddisfazione di pazienti e caregivers nei riguardi dell'intervento effettuato è stato valutato mediante un'intervista semi-strutturata riguardo il livello di apprezzamento dell'esperienza di visita al museo, gli elementi della visita percepiti come aspetti positivi e negativi, la volontà di ripetere l'esperienza. Infine, per ogni paziente partecipante al progetto, è stato registrato l'utilizzo di farmaci ansiolitici, ipnotici, antidepressivi e antipsicotici durante e l'intera durata del progetto.