Sala 19 - Il ritratto mondano

 

I pittori rappresentati in questa sala, pur avendo effigiato membri di case reali e pontefici, eccellono nel ritratto femminile borghese. Capolavoro del genere è Sogni di Vittorio Corcos, nel quale la protagonista Elena Vecchi, dalle labbra sensuali e dallo sguardo cerchiato, fissa lo spettatore negli occhi senza vederlo.

Accanto a questa icona della femminilità di fine secolo, spiccano l'intenso ritratto infantile di Cesare Tallone e quello all'aperto di Giacomo Grosso, specializzato nella figura ambientata nel paesaggio. Appartengono al clima fra Neorinascimento e Liberty la Iris fiorentina di Raffaello Romanelli, busto della principessa Marina Borghese in stile "floreale", e La Rinascita di Ettore Ximens, scultura in bronzo che celebra la bellezza botticelliana, uno dei clichet italiani dell'Ottocento.

 

Paolo Gaidano

  • Allegorie delle arti. L'agricoltura, 1900
  • Allegorie delle arti. La caccia e la pesca, 1900

Cesare Tallone

  • Ritratto della figlia Irene, 1897

Giacomo Grosso

  • Signora in aperta campagna, 1889

Ettore Ximenes

  • Rinascita, 1895

Paolo Troubetzkoy

  • Ritratto di Amélie Louis Rives, 1895
  • Ritratto della Principessa Dorothea Odescalchi, 1921

Raffaello Romanelli

  • Iris Florentina (Ritratto della Principessa Marina Borghese), 1900 circa

Vittorio Corcos

  • Sogni, 1896

Emilio Gola

  • Ritratto di Emilia Sommi Picenardi, 1910 circa