Arte: sostantivo femminile

Galleria nazionale d'arte moderna. Salone dell'Ercole

Corcos, Vittorio, Sogni, 1896, inv. 154

Arte: sostantivo femminile rappresenta un omaggio a quelle donne che hanno fatto dell'arte un impegno di vita nonostante il pregiudizio. Alle ore 16.00 dell'8 marzo, nel Salone dell'Ercole, verranno letti alcuni testi di Valeria Palumbo. L'evento è organizzat0 dall'Associazione Amici dell'Arte Moderna a Valle Giulia, A3M, che da anni supporta le attività della Galleria e celebrerà 25 donne italiane che nel corso dei secoli si sono distinte in ambito artistico e culturale, omaggiando chi ha fatto dell'arte un obiettivo per affermare il proprio diritto di espressione.

Un violino ed un violoncello saranno di sottofondo ad un "corale grazie", vocalizzato da cinque giovani attrici, a 100 donne italiane che si impegnano quotidianamente nel mondo dell'arte: galleriste, collezioniste, artiste, direttrici di musei ed istituzioni, storiche e critiche d'arte e fotografe.

Al termine della performance, Maria Vittoria Marini Clarelli, sovrintendente alla Galleria nazionale d'arte moderna e contemporanea, e Angelo Bucarelli, neo-Presidente dell'Associazione Amici dell'Arte moderna a Valle Giulia, consegneranno un simbolico omaggio a Simonetta Matone (capo Gabinetto del Ministero delle Pari Opportunità) e a 7 rappresentanti femminili che fanno dell'arte un impegno di vita: Elena Di Majo (ex-direttrice del Museo Hendrik Christian Andersen di Roma), Giosetta Fioroni (artista), , Francesca Giuliani (giornalista di "La Repubblica"), Graziella Lonardi Buontempo (mecenate e collezionista), Sissi (artista giovane), Sara Zanin (gallerista giovane).

L'iniziativa, gratuita, è patrocinata dal Ministero delle Pari Opportunità ed inserita all'interno di "La donna nell'Arte", manifestazione promossa dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali in occasione dell'8 marzo.