Sala 32 - Il ritorno alla pittura e alla scultura

 

Transavanguardia è il felice neologismo con cui il critico Achille Bonito Oliva esprime nel 1979 lo spirito che accomuna le ricerche di Sandro Chia, Francesco Clemente, Enzo Cucchi, Mimmo Paladino e Nicola De Maria. Dopo l'arte concettuale e lo sperimentalismo linguistico di molte tendenze protagoniste degli anni sessanta e settanta, questi artisti tornano a cimentarsi con le pratiche artistiche tradizionali, come la pittura ad olio, la scultura, l'affresco, il mosaico, rivendicando il valore della singolarità e della soggettività individuale. Le loro opere esprimono le crisi e i dubbi di un'epoca in cui le certezze della civiltà occidentale sono messe in discussione.

 

Enzo Cucchi

  • Roma, 1986

Francesco Clemente

  • Senza titolo, 1981

Sandro Chia

  • Boy and dog, 1983

Mimmo Paladino

  • Tana, 1993

Nicola de Maria

  • Filosofia di magia dei lavori d'arte, 1978