gli artisti e le opere

Forme grido Viva l'Italia

AAA img non disponibile
  • Categoria - Dipinto
  • Inventario - 8153
  • Materia e tecnica - olio su tela - cornice originale dipinta in bianco, rosso e verde; iscrizione in basso a sinistra a pennello in bianco grigio in lettere maiuscole : Balla futurista 1915; sul retro: Forme Grido:viva l’Italia, G. Balla, Roma, 1915
  • Autore - Balla, Giacomo
  • Dimensioni - cm 134 x 187
  • Datazione - 1915
  • Provenienza - 1984, dono di Luce e Elica Balla

Descrizione breve

Non incluso nel gruppo di opere di Balla richieste alle figlie dell'artista nella primissima trattativa, il dipinto è entrato in Galleria nel 1984. Nel 1915 il forte impegno politico dei futuristi sull'intervento in guerra dell'Italia, si evidenzia nel manifesto per la sua mostra alla Sala d'Arte Angelelli di Roma dello stesso anno. Esposto nel 1918 alla personale di Bragaglia, il dipinto potrebbe riferirsi alla dimostrazione interventista del 21 maggio 1915, guidata dal sindaco di Roma e organizzata per acclamare il re. Il moto ascensionale impresso alle forme, sviluppa una consonanza tra l'immagine, il tripudio delle folle e il grido che si espande in alto con le onde del tricolore, secondo il metodo analogico del futurismo. È stata restaurata nel 1914.

 

Vai alla ricerca