gli artisti e le opere

Yellow Cross Q VII

Moholy Nagy, Laszlo, Yellow Cross Q VII (particolare), 1922, inv. 5272
  • Categoria - Dipinto
  • Inventario - 5272
  • Materia e tecnica - olio su tela
  • Autore - Moholy - Nagy, Laszlo
  • Dimensioni - 86 x 71 cm
  • Datazione - 1922

Descrizione breve

Il dipinto appare per la prima volta nel 1924 alla Sturm Galerie di Berlino: l'anno prima, 1923, infatti il giovane ungherese, seguace delle teorie suprematiste e costruttivista di El Lissitskij fino al 1922, era stato accolto nel Bauhaus di Gropius, per la sua affinità con le teorie del neoplasticismo. Non è nota la vicenda dell'opera dal 1924 fino all'acquisto di Palma Bucarelli sul mercato per le collezioni della Galleria nel 1966. Elementi dominanti e costitutivi del linguaggio figurativo costruttivista sono la luce e lo spazio. In Yellow Cross, il colore giallo luminoso della grande croce in primo piano e quello più scuro dei due rettangoli che fanno da sfondo contribuiscono a creare la profondità spaziale. Proprio a partire dal 1922, data di esecuzione dell'opera, Moholy - Nagy utilizza la tecnica della sovrapposizione e della trasparenza, in tal modo evidenziando il suo interesse per l'analisi delle pure relazioni fra i colori.

Vai alla ricerca