gli artisti e le opere

Plurimo n.1 Le mani addosso

Vedova, Emilio, Plurimo n. 1. Le mani addosso, 1962 circa, inv. 5208
  • Categoria - Opera
  • Inventario - 5208
  • Materia e tecnica - acrilico su pannelli lignei polifrontali, cerniere e chiodi
  • Autore - Vedova, Emilio
  • Dimensioni - cm 217 x 390 x 186
  • Datazione - 1962 ca.
  • Provenienza - 1964, dono della Galleria Marlborough

Descrizione breve

L'opera, esposta per la prima volta alla Galleria Marlborough di Roma nel dicembre del 1963 con presentazione di Argan, fu donata dal direttore della stessa galleria in vista dell'edizione '64 della Biennale di Venezia, durante la quale era stata accettata la proposta di esporre una scelta di opere di proprietà dei principali musei di arte contemporanea. Per questo motivo la Galleria si provvide nello stesso anno di due opere di Vedova: il dipinto Scontro di situazioni, per acquisto dalla Galleria  Marlborough, e questo Plurimo, aggiunto in dono, che venne presentato alla Biennale di Venezia. Preoccupato che l'esposizione nel museo rispettasse lo status originale dell'opera, il suo essere oltre il limite tra pittura e scultura, Vedova scrisse alla soprintendente Palma Bucarelli dopo la conclusione della Biennale le sue osservazioni: "Non so quando lo sistemerai. È indispensabile che questa volta sia studiato come". Più tardi, con un tono di bonario rimprovero, scriverà di nuovo: "Cara Palma, il mio plurimo ha un preciso titolo: ‘Le mani addosso. Molto attuale in questo tempo di acceleranti sopraffazioni, di poliziesche ‘mani addosso' sugli studenti...Ma è stato dimenticato. Non risulta in nessuno dei cartellini apposti presso la mia opera nella nuova disposizione della Galleria Nazionale d'Arte Moderna.

Vai alla ricerca