gli artisti e le opere

Bookmaker (L'homme de corse)

Rosso, Medardo, Bookmaker (L'homme de courses), 1894, inv. 2027
  • Categoria - Scultura
  • Materia e tecnica - cera scura su supporto in gesso
  • Autore - Rosso, Medardo
  • Dimensioni - cm 45 x 31 x 35
  • Datazione - 1894
  • Provenienza - 1914, dono di Etha Fles

Descrizione breve

La scultura raffigura Eugène Marin, ingegnere edile al quale il suocero Henri Rouart aveva affidato la direzione della sua officina metallurgica, presso la cui fonderia Rosso aveva spesso lavorato per la fusione dei suoi lavori. Marin, appassionato di corse di cavalli, era frequentatore dell'ippodromo di Auteuil, dove si recava anche con Rosso e Degas. Lo scultore prese a modello Marin sul campo di corse per rappresentare un uomo a figura intera con tuba, bastone e binocolo, colto en plein air in posa piuttosto instabile e precaria, impostata con taglio diagonale. Tale soluzione, adottata in scala monumentale da Rodin nel suo Balzac, dette origine alla nota querelle fra i due scultori circa la precedenza dell'invenzione di uno rispetto all'altro. Chiamato in origine Homme de courses, la traduzione inglese Bookmaker ne ha modificato l'interpretazione nel senso di allibratore, dando avvio a una lettura dell'opera come personaggio negativo della balzachiana comédie humaine.

Vai alla ricerca