Gli ultimi momenti di Carlo Alberto

Previati G.,Gli ultimi momenti di Carlo Alberto-Oporto, 1884Carlo Alberto di Savoia Carignano (1798-1849), definito "l'Italo Amleto" dal Carducci, "l'Amleto della monarchia"
dal Mazzini o più popolarmente "il Re Tentenna", si rivelò effettivamente un personaggio complesso e contraddittorio, destinato a vivere in momenti storici di grandi tensioni e cambiamenti politici, che egli, pur avendone una sofferta coscienza, spesso non fu in grado di padroneggiare oscillando sempre fra progressismo e conservatorismo.

Quando salì al trono del Regno di Sardegna si adoperò per garantire la saldezza dello Stato in funzione antiaustriaca e avviò una politica di cauto riformismo, gettando le basi di quel percorso storico che la monarchia sabauda avrebbe sviluppato nel tempo verso la costruzione di uno Stato nazionale e indipendente.

Tuttavia, nonostante la posizione giovanile semiliberale, osteggiò Mazzini e la Giovane  Italia e si oppose a Garibaldi, che venne condannato a morte in contumacia. Ma le insurrezioni sia europee che italiane del 1848 lo spinsero a porsi in modo aperto e deciso dalla parte dei patrioti italiani contro l'Austria.

È la I guerra d'indipendenza che, con il concorso degli altri Stati italiani, diventa la I guerra di indipendenza nazionale. Carlo Alberto delude le aspettative, tanto che la confederazione degli Stati italiani si scioglie. Dopo la sconfitta di Custoza, si vede costretto all'armistizio di Salasco durante il quale si evidenziò l'incertezza della politica sabauda, oscillante fra interessi dinastici e causa nazionale.

È un momento di grandi tensioni: Carlo Alberto viene accusato di tradimento, incapacità militare, debolezza d'animo, finché si decide a riprendere la guerra. Ma anche questa seconda fase ha un esito disastroso. In seguito alla grave sconfitta di Novara (1849) il re, stanco, desolato, nell'interesse del Piemonte abdica a favore del figlio Vittorio Emanuele II e subito dopo parte per il Portogallo, in esilio, dove muore pochi mesi dopo il suo arrivo, il 28 luglio 1849 (Oporto), all'età di 51 anni. Nel quadro di Previati Carlo Alberto è ormai allo stremo delle forze nel fisico e nello spirito.

Approfondimenti