Approfondimenti



Storia e società:

Salito al trono del Regno di Sardegna, Carlo Alberto  di Savoia Carignano (1798-1849) si adoperò per  garantire la saldezza dello Stato in funzione antiaustriaca ed avviò una politica di cauto riformismo, gettando le basi per la costruzione di uno Stato nazionale e indipendente.

Nel 1848 si schierò dalla parte dei patrioti italiani e dichiarò guerra all'Austria dando inizio alla I guerra d'indipendenza nazionale. Ma l'incertezza dimostrata sul piano operativo militare, la diffidenza degli alleati, la grave sconfitta di Novara (23 marzo 1849), le accuse di tradimento e l'incapacità militare lo
portarono ad abdicare a favore del figlio Vittorio Emanuele II . Carlo Alberto partì esule volontario per il Portogallo stabilendosi nella cittadina di Oporto, dove morì.

Percezione:

Il quadro è una tetra rappresentazione del ritiro di Carlo Alberto in Portogallo giocata sui toni dei grigi e dei neri, in contrasto con i tocchi di bianco, e ne vuole mettere in risalto l'afflizione e soprattutto la sconfitta. Il personaggio non ha più nulla di regale, appare come un uomo ormai stanco, rassegnato, in attesa soltanto della fine dei suoi giorni.

Arte:

Previati in questo quadro, conosciuto anche come Oporto, si distacca dalla sua precedente e più convenzionale produzione per abbracciare gli ideali di una nuova pittura, vicina alle tematiche del simbolismo europeo, in cui la luce si fa veicolo di misticismo e religiosità. Nel quadro è visibile il riuscito tentativo dell'artista di allontanarsi dai canoni della pittura di storia poiché rappresenta la dolorosa umanità della straziante morte di Carlo Alberto.

Autore

Gaetano Previati (1852-1920), noto per i suoi ritratti, le nature morte e i paesaggi affrontò in modo originale e anticonvenzionale i soggetti già consacrati dalla tradizione classica e romantica di carattere
storico, letterario e religioso.

La successiva adesione al Divisionismo, di cui diventerà teorico, lo porterà a concentrarsi  prioritariamente sulla luce in quanto sostanza e colore.

Carlo Alberto di SavoiaVittorio Emanuele II di Savoia