Pastelli

I pastelli sono bastoncini di pigmento colorato in cui una certa percentuale di collante garantisce l'adesione al foglio. Fu Jean Perréal (1455-1530) ad inventare il pastello morbido alla fine del XV secolo, ma è a Leonardo da Vinci (1452-1519) che si deve la fortuna dell'utilizzo (celeberrimi i suoi schizzi). In seguito fu la famosa pittrice veneziana Rosalba Carriera (1675-1757) che diede al pastello la dimensione di vera e propria opera d'arte.

Il pastello cadde in disuso, con l'arrivo della rivoluzione francese e la relativa scomparsa dei committenti aristocratici; sarà solo l'arrivo degli Impressionisti a dargli nuova vita. Per la luminosità, morbidezza e velocità di esecuzione l'utilizzo del pastello si adatta molto bene alla nuova forma pittorica degli impressionisti, sia per i paesaggi, che per i ritratti e le movenze.