Realismo

In stretta connessione con il Naturalismo ed il Verismo, il Realismo si presenta in letteratura come la volontà di far ritrovare al lettore scenari e contesti assimilabili ad una realtà nota e riconoscibile. Si pensi per tutti alle opere di Balzac e Zola per la Francia, e per l'Italia a quelle memorabili di Giovanni Verga.

Le origini del Realismo in campo pittorico sono da rintracciare nella Francia del XIX secolo e nel suo principale esponente, Gustave Courbet (Ornans, 10 giugno 1819 - La Tour-de-Peilz, 31 dicembre 1877). Anche nell'arte il Realismo si connota per la sua tendenza a riprodurre fedelmente la realtà, prendendo le mosse dalle teorie positiviste che intendevano studiare e spiegare la realtà attraverso l'indagine e l'osservazione scientifica: il realismo traduce, in effetti, l'interesse per i problemi e i cambiamenti in atto nella società moderna.