Fotografia

Spesso i pittori della seconda metà del XIX secolo si sono ispirati alle scoperte della fotografia e viceversa. Lungo il corso del '900 il confine tra pittura e fotografia si è fatto talmente labile che viene da chiedersi se il "realismo", nell'accezione più comune del termine, competa più alla fotografia o alla pittura, stante le numerose sperimentazioni, in campo pittorico, di stampo eminentemente fotografico, come testimoniano molti movimenti europei ed americani quali l'impressionismo, il realismo, l'iperrealismo, il postmoderno, e stante il parallelo dilagare, in campo fotografico, delle tecniche e delle elaborazioni digitali.

Il fatto che pittura e fotografia costituiscano oggi un complesso inestricabile legato da un saldo rapporto osmotico non impedisce tuttavia il protrarsi di un reciproco confronto vivacemente dialettico, al quale hanno apportato prezioso contributo le riflessioni teoriche di artisti, fotografi, esperti ed intellettuali quali Rosalind Krauss, Henry Van Lier, Philippe Dubois, Ando Gilardi, Franco Vaccari e molti altri, aprendo innumerevoli canali di comunicazione tra due discipline che hanno, indubbiamente, larga base comune.